Francesco Faraci


Francesco Faraci nasce a Palermo, in Sicilia, nel 1983. Dopo studi in Sociologia e antropologia scopre la fotografia come principale mezzo di espressione e inizia a girare l’isola, in lungo e in largo, alla ricerca di storie da raccontare.

Ha pubblicato con “The Guardian”, “Time Magazine”, “The Globe and Mail”, “La Repubblica”, “L’Espresso”, “Le Monde”, “Libération”, VICE,  vari reportage incentrati sui temi della mafia e dei flussi migratori.
Smette di lavorare per i giornali e si dedica alla sua ricerca personale, che vede come caposaldo la ricerca di empatia con i soggetti e le storie raccontate, che mettono in luce contrasti, contraddizioni e poesia del Mediterraneo interrogandosi spesso su temi quali la memoria e l’identità, messa in relazione con la modernità liquida e ciò che ne consegue,.

 Dopo tre anni di lavoro pubblica nel 2016 il suo primo libro “Malacarne-Kids come first”,  A cura di Benedetta Donato e edito da Crowdbooks, un viaggio di tre anni dentro le estreme periferie della città viste attraverso i bambini. Riceve il secondo premio nella sezione libri fotografici al PX3 di Parigi e al MIFA di Mosca. Il libro è esposto ad Arles durante “Le Rencontres” e a Barcelona nell’ambito di Photobook Phenomenon al CCCB.

Alcune sue mostre sono state e sono allestite in giro per l’Italia. Attualmente è impegnato nel suo prossimo progetto a lungo termine.




Italian Street Photography

Progetti ed Eventi di Street Photography in Italia

In collaborazione con

photographers starring Urban