Mostra CITIES a Firenze in Foto

Domenica, 15 Aprile 2018

Ia spettacolare location del Liceo Artistico di Porta Romana, nostro partner, ospita la grande mostra di Cities 2017!

La mostra è inserita nell' Evento Firenze in Foto, organizzato dall'Istituto e nato da un'idea di Gloria Romoli, con la partnership di Isp e del GF Il Cupolone.

il vernissage della mostra, con la presenza  di Gloria Romoli, dell'art Director del GF Il Cupolone Riccardo Muci dei due autori e di Angelo Cucchetto,  ideatore dell'iniziativa Cities e ceo di Isp si è svolto al Liceo il 12 aprile alle ore 18:00.

La mostra è aperta tutti i giorni lavorativi dalle 10,00 alle 19,00, il sabato mattina 10,00 / 15,00

Le  foto esposte sono state realizzate dai fotografi  durante le due edizioni del progetto Isp Experience, una vera produzione condivisa a cui hanno partecipato per i due primi numeri più di 160  fotografi in 11 città italiane; guidati in due weekend in aprile e settembre 2017 da undici Autori  in veste di mentori. I fotografi hanno scattato e preselezionato più di 1.800 immagini, poi definitivamente selezionate da Angelo Cucchetto col Photo Editor Graziano Perotti per la realizzazione della Fanzine dedicata alla Street Italiana. In mostra vi sono quindi 85 immagini di 75 Autori,  una selezione tra quelle pubblicate nei due numeri della rivista, stampata in oltre 400 copie a numero, che raccontano la città con personali e differenti punti di vista ma in un’ottica street.

CITIES è una fanzine che si basa su un'idea progettuale nuova e unica. La sua forza risiede proprio nella condivisione di un’opportunità fotografica professionale, dunque sulla sua natura "partecipativa" rara in Italia.

I 75 Fotografi con Opere Esposte, stampate fine art incorniciate 60x40 cm

Alberto Borrini, Alberto Comoretto, Alessandro Rosati, Adolfo Turati, Pier Luigi Altieri, Anita Andric, Paola Ascani, Tiziana Barbaro, Giuseppe Bertolini, Paola Bet, Ma ria Bonetto, Valentina Bravi, Giuseppe Bruni, Enrico Calamandrei, Augusta Calandrini, Christian Camarda, Marco Canova, Paolo Chironna,Sebastiano Ciancio, Alide Ciavolella, Maria Cingari, Antonino Colella, Marco Coniglione, Tony Croce, Daniele Dal Pozzolo, Giuseppe D'amico, Luca Daniele,Antonio Di Canito, Sara Donahue, Domenico Fabiano, Benny Faro, Deborah Fazio, Milka Foà, Francesco Forbino, Luigi Frontera, Roberto Gabriele, Anna Galluzzi,Rosa Maria Gariti, Francesca Gernetti, Marco Gileppo, Camillo Granchelli, Marta Guidi, Corrado Iorfida, Alice Lodici, Paolo Longo, Vincenzo Loreti, Matteo Madesani, Paolo Malerba, Roberto Manfredi, Emanuele Mantovani, Pier Luigi Mariotti, Claudio Martelli, Silvana Martino, Francesca Masarati, Sara Mattioli,Daniela Metteo, Fabio Moscatelli, Luca Paccusse, Sergio Perez, Laura Pierangeli, Giuseppe Pitino, Donato Pompa, Francesco Pontillo, Micol Ratto, Lucrezia Roda,Fiammetta Rubini, Fabio Santi, Pietro Spedale, Andrea Todoverto, Lorena Tortora, Anna Traversaro, Federica Vasta, Giuseppe Vinci, Maurizio Vittorino, Manuela Zaneletti.

 

Il liceo Artistico di Porta Romana

A fare da ospite a questa mostra  il Liceo Artistico di Porta Romana, ex Istituto d'Arte di Porta Romana, di cui quest'anno ricorrono 152 anni dalla costruzione della sua sede, realizzata in occasione di Firenze Capitale. L’Istituto, nato nel 1869 nel quartiere di Santa Croce come “Scuola di intagliatori in legno, Ebanisti e Legnajuoli”, poi divenuto nel 1880 “Scuola professionale di Arti Decorative e Industriali”, si trasformò nel 1919 in una scuola che potesse rispondere alle richieste del territorio e del mercato del lavoro nel campo della formazione culturale, artistica e tecnica. Dal 1923, con il trasferimento dell’Istituto nell’attuale sede di Porta Romana, edificio monumentale all’interno del Parco della Pace, costruito per ospitare le Scuderie Reali della Reggia di Palazzo Pitti, e con la riorganizzazione, seguita alla riforma Gentile, s’inaugura una fase di grande vivacità sul piano culturale e didattico. Dal 1995 è in corso nella scuola uno studio e una ricerca della propria identità storica per recuperare la coscienza della tradizione, tutelare il patrimonio storico-artistico, incrementare e rinnovare le capacità di offerta culturale e formativa.

Numerosi artisti, decoratori, scenografi, architetti e designers, stilisti di moda e costumisti, hanno studiato e insegnato nella antica Scuola di Arti Decorative a Santa Croce o, negli anni successivi, nell’Istituto Statale d’Arte di Porta Romana, per citare alcuni nomi: Sandro Chia, Galileo Chini, Fernando Farulli, Marcello Guasti, Leonardo Mattioli, Ottone e Bruno Rosai, Armando Spadini, Giuliano Vangi, Lucio Venna, lo stilista Enrico Coveri, il regista Franco Zeffirelli, le costumiste Anna Anni e Gabriella Pescucci, premio Oscar nel 1994 per il film “L’età dell’innocenza”.Il testo “Storia dell’Istituto d’Arte (1869-1969) ” a cura di Vittorio Cappelli e Simonetta Soldani, Firenze, Olschki, 1994, fornisce maggiori e accurate informazioni in merito.

Oggigiorno il Liceo è una struttura che guarda con passione ed ambizione verso il futuro (i giovani) uno spazio espositivo che dà visibilità alla creatività delle nuove tendenze artistiche, in quanto è un ambiente che si apre alla città con un clima artistico innovativo, frequentato da un pubblico giovane. Il Liceo ha cercato e cerca di mantenere desta l’attenzione sull’arte contemporanea nelle sue diverse forme espressive, orientando sempre il proprio sguardo e quello dei visitatori verso il futuro.

locandina_mostra_web.jpg

Partner della mostra: GP Il CupoloneLiceo Artistico di Porta Romana,

Media Partner:  www.photographers.itwww.urbanphotoawards.com e www.click-magazine.it/









Italian Street Photography

Progetti ed Eventi di Street Photography in Italia

In collaborazione con

photographers starring Urban